A 19 anni trovato in casa morto dai genitori

Grave lutto nel piccolo comune di Pratola Peligna, in provincia dell’Aquila. Ieri pomeriggio il cadavere di un ragazzo di 19 anni, Antonio Di Pillo, è stato rinvenuto dai suoi stessi genitori. Il giovane, dopo aver pranzato insieme a loro, è andato a stendersi sul letto della propria camera, per poi non uscirne più. I genitori, insospettiti dall’insolito silenzio, si sono avvicinati alla stanza di loro figlio per poi fare la tremenda scoperta. Le cause del decesso sembrano essere naturali, certezza che verrà valutata in base all’autopsia che, molto probabilmente, sarà effettuata proprio per la giovane età della vittima. Nella località abruzzese, di neanche 8 mila abitanti, in molti conoscevano la famiglia Di Pillo, la madre infatti lavora in un negozio di biancheria, mentre il padre è impiegato a Sulmona. Ad accertare il decesso è stata la guardia medica, a nulla sono serviti gli interventi di soccorso. Dopo poco tempo nei pressi dell’abitazione si sono riversati amici e parenti, sconvolti dall’inaspettata notizia. Anche i carabinieri, tempestivamente allertati, si sono recati sul posto per controllare il luogo dell’accaduto ed accertare i fatti descritti dai genitori disperati. Antonio frequentava l’ultimo anno nel Liceo Scientifico “Enrico Fermi” di Sulmona.

(fonte- www.direttanews.it)


Lascia un Commento