Alice, morta a 16 anni. La rabbia della famiglia

La storia di Alice Galli ha colpito tutti per la sua enorme drammaticità. La ragazza di soli 16 anni è deceduta dopo quasi 48 ore di agonia dopo essere stata investita da un taxi mentre attraversava sulle strisce pedonali nei presso di una fermata degli autobus. Oggi si sono svolti i suoi funerali nella chiesa della Natività di Nostro Signore Gesù Cristo. Tantissime persone e una grandissima commozione ha avvolto tutti nel ricordo della povera Alice. Le esequie si sono svolte nella parrocchia di via Gallia dove la povera 16enne era stata battezzata e cresimata. Tra l’altro la chiesa si trova proprio a pochi metri dall’incrocio di via dell’Amba Aradam dove è avvenuta la tremenda tragedia.

A rendere omaggio alla ragazza tantissimi amici, i compagni e gli insegnanti del liceo Vittoria Colonna. Tutti si sono stretti attorno alla famiglia Galli ancora disperata e incredula per l’accaduto. Nel frattempo proseguono le indagini sulla vicenda. Il tassista che l’ha investita è stato sottoposto ai test per alcol e droga ed è risultato negativo. L’uomo, che si è subito fermato per soccorrere la ragazza che aveva appena travolto, è indagato per omicidio stradale. Una delle ipotesi investigative è che il tassista non abbia rispettato un semaforo rosso, proprio mentre la povera Alice Galli stava attraversando, travolgendo la ragazzina. L’unica alternativa a questa tesi è quella contraria. Cioè che ad attraversare col rosso sia stata proprio Alice. Anche per chiarire questo punto gli inquirenti stanno visionando le telecamere di sicurezza presenti in zona che potrebbero aver ripreso la scena.

(fonte- www.direttanews.it)


Lascia un Commento