Come prendersi cura dei propri denti…

loading...

Come noto, la combinazione dentifricio + spazzolino + collutorio non è sufficiente per avere la garanzia di denti bianchi e sani.
La natura può darci un piccolo aiuto, anche se non efficace come quello professionale.
Purtroppo però, i rimedi naturali hanno degli svantaggi.
Innanzitutto va ricordato che lo sbiancamento naturale dei denti non va fatto alla presenza dicarie, tartaro, pulpite, piorrea e gengivite.
Le sostanze sbiancanti naturali vanno usati con cautela e per brevi periodi; i trattamenti disbiancamento dentale (sia naturali sia chimici) fatti in maniera eccessiva aggrediscono lo smaltoe rendono i denti ipersensibili.
buccia limone foglia salvia uvetta uva passaEcco qualche esempio.

  • Il bicarbonato di sodio, ad esempio, a tutti è noto per il suo “miracoloso” effetto sbiancante; pochi, però sanno che un uso eccessivo di questa sostanza arreca danni come l’alterazione della flora batterica della bocca, erosione dello smalto, ipersensibilità dentale, sanguinamento gengivale ecc.
  • Salvia: rimuove le macchie sulla superficie esterna dei denti sbiancandoli (grazie ad un’azione abrasiva), ha un effetto antibatterico ed è ottima per l’alitosi. L’uso eccessivo può però aumentare la sensibilità dentinale.
  • Limone (buccia + succo): indicato per sbiancare i denti gialli causati dal fumo di sigaretta, ha un discreto effetto sbiancante naturale, ma l’uso smodato può danneggiare lo smalto dei denti.
    Inoltre, dopo aver strofinato i denti con la buccia e sciacquato con il succo di limone, si raccomanda un immediato lavaggio della bocca con abbondante acqua tiepida. Lo stesso procedimento si può fare con buccia e succo d’arancia, ma è sconsigliato a chi soffre d’ipersensibilità dentale, aumenta il fastidio.
  • Uva passa: contribuisce a mantenere i denti bianchi stimolando la produzione di saliva, che è un rimedio naturale per prevenire la placca. Non sono stati segnalati rischi particolari o svantaggi legati all’uso dell’uva passa come sbiancante dentale.
  • Mele, carote e sedano: questi alimenti sono degli ottimi sbiancanti e smacchiatori naturali, perché aumentano la produzione di saliva (agente autopulente fisiologico); inoltre aiutano a mantenere un alito fresco, perché ostacolano la sopravvivenza dei batteri responsabili dell’alitosi. Come per l’uva passa, anche per questi alimenti non sono stati segnalati svantaggi al loro utilizzo come sbiancanti naturali.

Questi elecati in precedenza sono i più classici… Invece un trucchetto che è stato scoperto e che molti dentisti sanno, ma non sarà facile venirne a conoscenza perché i dentisti ovviamente hanno molto più interesse a farvi venire allo studio per sbiancarvi i denti il più spesso possibile è il seguente.

Con questo metodo, avere denti più bianchi non solo non sarà costoso, ma sarà anche molto semplice e contribuirà ad avere un sorriso abbagliante!

Quante volte hai sentito dire in tv “Vuoi denti più bianchi? Vuoi un sorriso smagliante?” e da lì parte una lista di nomi di prodotti per denti che va dai dentifrici ai fili interdentali, insomma il concetto è sempre quello “paga e avrai”.. a meno che tu non sia a conoscenza del classico “metodo della nonna”, basta andare in una qualsiasi erboristeria e chiedere del Carbone Attivo, unica prerogativa è accertarsi che il carbone provenga dal legno o dal cocco, fatto ciò seguite esattamente questi passi e avrete un sorriso così bianco che sconvolgerà i vostri amici!

1) Intingi un pennello morbido sul carbone attivo.

ò

2) Fai come mostrato in foto e applicalo sui denti.

3) Lascia passare qualche minuto e risciacqua.

4) Guarda il risultato che hai ottenuto!

Hey! Non ridere che mi abbagli così!


Lascia un Commento