SCOPRI QUALI SONO I SINTOMI A CUI SI DOVREBBE PRESTARE ATTENZIONE PER SCONGIURARE UN ICTUS!!

L’ictus è un danno cerebrale che si verifica quando l’afflusso di sangue diretto al cervello si interrompe improvvisamente per la chiusura o la rottura di un‘arteria.

Quando si è colpiti da un ictus si possono riportare danni permanenti ad esempio come una paralisi o problemi linguistici. Nei paesi occidentali, ogni anno, 1 persona su  600 è colpita ne è colpita , cioè 1 ogni 4 minuti. Le donne vengono colpite dall’ ictus più spesso degli uomini. Ecco perché è necessario individuare tempestivamente i segnali.


Quali sono i Sintomi
 che fanno sospettare  l’insorgenza di un ictus?

Prima di tutto bisogna specificare che i sintomi variano tra  donna a uomo, anche se  gli indicatori di base, sono gli stessi per entrambi i sessi.

I  sintomi principale di base, sono:

-problemi linguistici,

-vertigini,

-visione offuscata della memoria,

-intorpidimento o paralisi di un lato del corpo.

 

A volte l’ictus si manifesta senza alcun segno premonitore, anche se si possono avere dei segnali momentanei che troppo spesso, non vengono presi in considerazione. Ciò capita sopratutto, quando si verifica un TIA, o Attacco Ischemico Transitorio.

Il TIA è per l’ictus quello che l’angina rappresenta per l’infarto, ovvero un calo temporaneo nell’afflusso di sangue al cervello, sufficiente a determinare qualche sintomo ma non tanto prolungato da indurre la morte dei neuroni. Per cui al termine dell’episodio ischemico, cioè, quando si conclude il deficit di irrorazione, la persona torna perfettamente normale.

Poi ci sono i  sintomi specifici che sono comuni nelle donne, ma non sono sempre identificati come indicatori di un ictus. Perchè le donne ne sono più colpite?

Nel corso degli ultimi anni è stato dimostrato come fattori esclusivamente femminili (ormoni, gravidanza, parto, menopausa) agiscano a breve, medio e lungo termine aumentando il rischio di ictus lungo l’arco dell’intera vita della donna:

Questi sono i sintomi che potrebbero essere campanelli dei allarme, soprattutto nelle donne:

 

  • Singhiozzo
  • Svenimento o senso di svenimento
  • Dolore
  • Fiato corto
  • Allucinazioni
  • Nausea
  • Convulsioni
  • Cambio della personalità

Naturalmente, tutti i fattori di rischio (come fumo, obesità, ecc.) valgono sia per gli uomini che per le donne. Per chi, tra queste ultime, assume contraccettivi a base ormonale, è nell’ultimo trimestre di gravidanza o ha appena partorito, i rischi di infarto sono più alti.

Se vi accorgete che qualcosa non va, l’unica cosa da fare immediatamente è recarsi presso un pronto soccorso.

Nel frattempo se pensate che qualcuno che vi è accanto sia stato colpito da un ictus, provate a fare il FAST TEST

Ecco come funziona il test Fast per riconoscere i sintomi di un ictus cerebrale:

  • F come Face = Viso

Chiedete alla persona di sorridere o di mostrare i denti.

Se la bocca è storta, gli angoli della bocca pendono verso il basso o un lato non si muove bene come l’altro (non normale)

  • A come Arm = Braccio

Chiedete alla persona di tendere entrambe le braccia in avanti orizzontalmente, sollevarle e rivolgere i pollici verso l’alto.

Se non riesce, se un arto non si muove o uno cade (non normale).

  • S come Speech = Linguaggio

Chiedete alla persona di pronunciare una frase semplice, ma di senso compiuto

Se strascica le parole o usa parole inappropriate o è incapace di parlare (non normale).

  • T come Time = Tempo

Se è presente uno o più sintomi Face/Arm/Speech chiamare immediatamente il pronto intervento, anche nel caso in cui i disturbi si attenuassero in breve tempo!

Le  perdite di tempo che precedono le cure mediche susseguenti ad un ictus equivalgono alla morte di cellule cerebrali.

Se notate qualche anomalia in questi passaggi, fate in fretta, ogni minuto è prezioso. Meglio un falso allarme che agire troppo tardi!


Lascia un Commento